La cittadina di Riva del Garda, protetta a ovest dal Monte Rocchetta e a est dal Monte Baldo, è il principale centro del Garda Trentino e rappresenta la porta della riviera settentrionale del Lago di Garda.

Il clima sempre mite, le spiagge di ciottoli bianchi, la vegetazione fatta di limoni, olivi, allori e palme rendono Riva del Garda una vera oasi di Mediterraneo ai piedi delle Dolomiti di Brenta: i suoi paesaggi hanno ispirato ospiti illustri come Nietzsche, Kafka, i fratelli Mann e molti altri. Inoltre sport, natura, enogastronomia, storia e arte, uniti alla cultura dell’ospitalità e alle ottime strutture ricettive, fanno di Riva  del Garda la meta di vacanze sempre diverse.

Chi arriva dalla panoramica Gardesana occidentale nota subito Piazza III Novembre, delimitata da costruzioni in stile lombardo-veneto, dove si trovano la Torre Apponale, anticamente luogo di commerci e fiere, il Palazzo Pretorio, che sotto la loggia ospita lapidi romane, medioevali e moderne, e lo storico Palazzo del Comune. Poco distante si trova la Rocca, fortezza sul lago circondata da un canale con ponte levatoio, oggi sede del Museo Civico e della Pinacoteca.

Le principali strutture religiose sono la Chiesa dell’Inviolata, a pianta centrale e decorata in stile barocco, e la Chiesa di S. Maria Assunta, a navata unica con altari barocchi, marmi intarsiati e due opere del Craffonara, l’Assunta e l’Addolorata. L’architetto rivano Giancarlo Maroni, artefice del Vittoriale degli Italiani, dimora di Gabriele D’Annunzio, ha realizzato diversi edifici come la centrale elettrica, l’hotel Sole, il complesso della Spiaggia degli Olivi, piazza San Rocco e l’asilo infantile.

(fonte www.gardatrentino.it)